hermestudio  banner-museo  lul
Un’esplosione di energia, gli Apres La Classe si raccontano ad idM

Un’esplosione di energia, gli Apres La Classe si raccontano ad idM

Hanno descritto la loro musica con una sola parola "energia", ed è proprio ciò che si percepiva,...

Consiglio Comunale, il commissariamento sarà di 18 mesi

Consiglio Comunale, il commissariamento sarà di 18 mesi

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica Italiana, ha firmato il decreto di scioglimento...

Emiliano ad idM tv: “Monte Sant’Angelo è una delle cose più preziose della Puglia”

Emiliano ad idM tv: “Monte Sant’Angelo è una delle cose più preziose della Puglia”

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, interviene in merito allo scioglimento del...

“Le vite accanto”, Monte Sant’Angelo incontra Luciano Toriello

“Le vite accanto”, Monte Sant’Angelo incontra Luciano Toriello

Secondo appuntamento di "Incontri intorno al pozzo", mercoledì 29 luglio sarà affrontato il tema...

Stampa

Sabato 31 marzo e domenica 1 aprile la prima “Rievocazione storica salita Macchia-Monte Sant’Angelo”

Scritto da matteo rinaldi il .

auto rievocazione storica t

A distanza di circa 25 anni, sabato 31 marzo e domenica 1° aprile, l'Automotoclub Storico Dauno col suo Presidente avv. Pietro Piacquadio, l'ASI e l'impegno di alcuni appassionati come Gildo Omerico, Giovanni Cotugno e Matteo Rinaldi ripresentano, in chiave Rievocativa e di Regolarità Storica, la prima edizione della "Rievocazione Storica Salita Macchia – Monte Sant'Angelo".

 


 

Indimenticata e scolpita nei cuori di ogni appassionato d'auto era la famosa Cronoscalata Macchia – Monte.

Si è corsa per numerose edizioni fino al 1986 quando fu sospesa a causa del tragico incidente dove perse la vita il pilota barese Paolo Gargano. La gara si correva su un circuito, la Strada Provinciale 55, di circa 9 chilometri che partiva dalla piana di Macchia e saliva per 18 tornanti sviluppandosi e inerpicandosi per circa 800 metri di altitudine fino ad arrivare sul traguardo all'entrata di Monte Sant'Angelo. Il tutto era incastonato nell'affascinante e suggestivo scenario Garganico.

Su prestabiliti tratti del circuito saranno effettuati rilevamenti, al centesimo di secondo, per controllare la precisione degli equipaggi nel mantenere costante la velocità. Tale non potrà superare per regolamento i 40 km/h.

"Ringraziamo gli Enti, le Istituzioni, i volontari, gli sponsor e tutti coloro i quali ci hanno permesso la realizzazione dell'evento e cosa ancora più importante siamo fiduciosi che questa prima edizione sia l'inizio di un lungo percorso che in futuro ci permetterà di diventare sempre più grandi e importanti!" questo è l'auspicio degli organizzatori.

auto rievocazione Storica

idmTV

ultimi video inseriti